non so se posso definire il tuo modo di agire una sorta di vendetta perché sembrerebbe una conclusione troppo estrema e poco consona a ciò che è accaduto tra di noi, però sicuramente la tua è una rivincita. hai visto crollare tutto intorno a te dopo che ci avevi messo davvero tanto a costruire quel rapporto tra di noi, ma adesso dovresti essere contenta perché chi ci ha riflettuto con il passare del tempo e chi se n’è pentito sono stato io e non tu a quanto pare. infatti chi ha preferito pensarci su per tutto questo tempo senza costruire nessun altro rapporto sono stato io, e allora non ho tutti i torti. se penso ad un anno e mezzo fa, penso subito ad un grandissimo sbaglio, che potessi tornare indietro non commetterei mai più, ma penso anche ad una grandissima noia e ad una perenne monotonia. ero talmente stufo, che quel 23 ottobre 2013, ti rispondevo in chat a monosillabi e mi preoccupavo semplicemente di precisare che io non fossi la causa del nostro problema. se ci penso adesso è assurdo, ma riesco anche a capire il mio comportamento perché mi ero rassegnato definitivamente e perché non avevo la forza di poter prendere le redini in mano e ricercare una soluzione.

1:43

se tu vuoi parlarmi per dirmi che ti dispiace e per ripetermi le stesse cose dell’ultima conversazione su facebook, io sarò tipo “ciao per sempre perché ci sto una merda ciaooo”

12:51

(Source: elliottkira)

12:31

Anonymous: Hai kik?

no, non so neanche cosa sia in verità 

2:09

is this happiness?

6:56

vorrei tornare indietro e non commettere lo sbaglio di lasciarti andare per poi ripensarti quando non ti ho potuto più avere. vorrei poter parlarti senza quel velo d’imbarazzo e poterti parlare di quanto sono stato male e di quanto starei bene con te. vorrei riavere il coraggio di tre o quattro settimane fa e rispiegarti come mi sento davvero e cosa provo davvero, senza giri di parole, senza troppe metafore che non mi fanno arrivare al punto. vorrei che questi desideri si potessero avverare, come quelli che esprimo ogni volta che fumo l’ultima sigaretta del pacchetto. vorrei che tu fossi qui con me a parlarne, a parlare di noi e di cosa io provi nel vederti ogni dannato sabato. non riesco più ad esprimermi e ciò sarà un grosso svantaggio per me perché non potrò mai esternare quello che provo realmente.

2:17

sickpage:

Tim Franco

3:22

anti-biotico:

me about life: the worst is yet to come

3:40

continuo a pensarci e non riesco a smettere di farlo ormai, mi sforzo ma fallisco in continuazione e tu non potrai mai capire quello che sto provando, perché come sono cambiato io, sei cambiata anche tu e certe cose ti sono estranee ormai. avrei voluto chiarire il mio essere cambiato, ma non ce l’ho fatta perché volevo chiudere quella conversazione e tutto il resto nel minor tempo possibile. io non sono cambiato, sono sempre lo stesso, sempre lo stesso stronzo, forse, per te. è cambiato il mio modo di agire, non mi nascondo più, cerco di andare dritto al sodo perché non voglio più aspettare e sprecare il mio tempo, perché mi piace avere delle risposte e subito, e con te è proprio così che è andata, nel bene e nel male. per farla breve, ho deciso di evitarti perché ho capito che sarebbe stato meglio per me comportarmi così. sabato quando ti ho incontrata ho sperimentato la cosa ed è andata per il verso giusto, quindi continuo per la mia strada. nonostante ciò, nel caso il tuo nome si rifacesse vivo su un qualsiasi social network, non sarei mai in grado di lasciare le cose in sospeso e subito ti parlerei. non è semplice, per niente.

1:04

and we were lovers
now we can’t be friends 
[…]
I’m not in love
I’m not in love
I’m not in love

we are not in love

11:58
»